Piacenza, Franzini: "Girone A equilibrato, ma noi vogliamo esserci"

25.12.2018 20:51 di Tutto Siena Calcio  articolo letto 62 volte
Fonte: TuttoC.com
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana
Piacenza, Franzini: "Girone A equilibrato, ma noi vogliamo esserci"

Quattro anni con il Piacenza e un rapporto davvero speciale. Sicuramente Arnaldo Franzini passerà un bel Natale, con un primo posto sotto l'albero. I biancorossi stanno attraversando un ottimo periodo di forma: 11 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. Ma soprattutto una serie di prestazioni collettive che hanno permesso alla squadra di raggiungere il primato. Ai microfoni di TuttoC.com, il tecnico ha commentato questa prima parte della stagione 2018/2019: Primi in classifica, bel gioco e una gran solidità: un primo bilancio sulla stagione? "Sicuramente è un bilancio positivo. La squadra è forte, anche per come è stata costruita. Ma poi bisogna mantenere questo aspetto anche sul campo, soprattutto in un girone come questo. Ricordiamoci che il girone A ha molte squadre che speravano di essere ripescate in serie B. Un primo bilancio si può fare, anche se parziale. Direi che è un bilancio molto positivo. È vero anche che la Pro Vercelli e l'Entella devono recuperare diverse gare. Sicuramente i risultati delle ultime patite hanno ristretto questo margine. Al momento però rimane una classifica parziale, ci vorrà del tempo per capire". La società ha intenzione di intervenire sul mercato per migliorare qualcosa? "Non credo, siamo primi in classifica. Qualche ritocco ci potrà essere, ma non è detto. Siamo partiti con un'idea ben precisa, abbiamo confermato questo intento con i risultati". Quali sono gli obiettivi stagionali? "Non siamo partiti con il dover vincere, ma vogliamo stare davanti. Vogliamo comunque proseguire facendo un campionato importante su questa scia. Virtualmente l'Entella ci può sorpassare e rimane la favorita numero uno. Ci sono molte squadre che stanno operando o che sono già intervenute sul mercato. Vogliamo esserci, tutti insieme. Anche coinvolgendo tutto l'ambiente". Un commento sul girone A? "Sicuramente abbiamo perso punti contro squadre che sono in fondo, ma sono comunque temibili. Non c'è niente di scontato né per noi, né per le altre. Ormai l'equilibrio è incredibile, i risultati di molte partite sono lì a testimoniare ciò". Il presidente ha elogiato il suo lavoro. Come è il vostro rapporto? "C'è un rapporto incredibile, questo è il quarto anno che siamo insieme. Siamo alla terza stagione di serie C, una sorta di rinascita per la squadra. Siamo insieme da tanto, sappiamo benissimo che c'è un rapporto di stima, sono parole che fanno parecchio piacere. Queste parole ti fanno capire che stai lavorando bene e che stai facendo qualcosa di importante". Si parla spesso di crisi del campionato di C. Quest'anno sembra esserci stata una svolta sotto diversi punti di vista, lei è d'accordo? "Al netto dei problemi è un campionato avvincente, anche vedendo gli altri è un campionato in cui si segna tanto, si gioca molto a viso aperto e tutte vogliono vincere. Ci sono meno tatticismi. C'è qualcosa di nuovo, peccato per le situazioni che si sono venute a creare". Le situazioni particolari, come quelle dell'Entella, vi hanno creato dei problemi durante la preparazione della singola partita e dell'intero campionato? "Su questa cosa abbiamo sempre fatto bene. Abbiamo pensato soltanto al campo. Ma mi metto nei panni loro, ci sono delle grandi difficoltà. Sono situazioni comprensibili, ma il disagio è più per loro che per noi. Siamo stati bravi ad isolarci, ma già dalla preparazione quando c'era un po' di equilibrio su questo argomeno. Abbiamo fatto un grande lavoro, siamo rimasti sempre sul pezzo. Questa sicuramente è stata una cosa positiva". Nuovo presidente, vita nuova: come giudica questo periodo iniziale di Francesco Ghirelli? "Vedo che ha grande entusiasmo, è un presidente che si sta esponendo molto in diverse situazioni delicate. Credo che queste iniziative siano più che positive. Sicuramente arriveremo anche a quelle riforme necessarie per il campionato".