Al PalaEstra in 3.610 sospingono la Emma Villas, ma Perugia si impone 3-0

22.01.2019 07:08 di Tutto Siena Calcio  articolo letto 44 volte
Al PalaEstra in 3.610 sospingono la Emma Villas, ma Perugia si impone 3-0

Finisce 0-3 al PalaEstra tra Siena e Perugia. Si è visto tanto spettacolo sul taraflex con i grandi campioni presenti questo pomeriggio in viale Sclavo. La Sir prosegue la sua cavalcata, Marouf e compagni non sono riusciti a compiere l’impresa di centrare un risultato positivo contro i campioni d’Italia in carica. Da ricordare la straordinaria affluenza di pubblico al PalaEstra: i 3.610 spettatori di oggi rappresentano il record di pubblico nel palazzetto dello sport senese per la Emma Villas.

Sono 3.610 gli spettatori presenti al PalaEstra per questa giornata. E’ un meraviglioso spettacolo di pubblico, da Perugia sono arrivati in 700 a sostenere la Sir Safety Conad.

Primo set La Emma Villas Siena parte con questo sestetto: Marouf e Hernandez sulla diagonale palleggiatore-opposto, al centro ci sono Cortesia e Van de Voorde, Savani e Ishikawa in banda, Andrea Giovi libero. La Sir viene disposta così da coach Lorenzo Bernardi: De Cecco in cabina di regia, Atanasijevic opposto, al centro Podrascanin e Ricci, schiacciatori Leon e Lanza, in seconda linea a difendere c’è Colaci.

Atanasijevic e Lanza mettono a segno i primi due punti del match. Hernandez dimezza lo svantaggio (1-2), il muro di Cortesia vale il pareggio. L’ace di Ishikawa porta Siena a quota 3. Leon pareggia (3-3). Atanasijevic e Leon spediscono out i loro servizi, Siena è avanti 5-4. Altro muro per i padroni di casa, con Van de Voorde che mette le mani nella maniera migliore sull’attacco di Filippo Lanza. Il primo servizio vincente per la Sir (che è la squadra che batte meglio di tutte in Superlega) è di Podrascanin e poco dopo con Atanasijevic che mette fine ad un’azione lunghissima, tra salvataggi spettacolari da una parte e dall’altra, gli ospiti sono avanti di 2 (8-10). De Cecco mura Savani, sul 9-12 coach Zanini chiama time out per parlare con i suoi giocatori. La jump float di Cortesia mette in difficoltà la ricezione della Sir, ne nascono due punti break per Siena. Perugia risponde immediatamente con il turno in battuta di Leon e con Atanasijevic che continua a martellare e trova già il suo sesto punto personale per il 13-16. Perugia trova risposte anche dal centro con Podrascanin. Nell’attacco senese Marouf beffa la difesa umbra con un tocco leggero, Ishikawa attacca bene sulla parallela. Nel primo set gli ospiti sbagliano molte battute (ben 9), ma le risorse offensive di coach Bernardi sono straordinarie. Leon dà ai suoi il punto numero 20, Atanasijevic piazza un ace poderoso (18-22). L’ace di Ricci chiude il primo set sul 20-25.

Secondo set Hernandez va immediatamente a segno nel secondo set. Il cubano cerca di alzare la qualità offensiva di Siena dopo un primo set con il 29% di squadra e nel quale l’opposto cubano era riuscito a mettere a segno solamente 1 punto. Il numero 19 della Emma Villas realizza 4 punti in avvio di secondo parziale e con la battuta crea problemi a Perugia, che tuttavia si porta sul 5-7. Atanasijevic in diagonale schiaccia il punto che vale il +3 degli umbri (5-8). In campo per Siena entra Maruotti al posto di Savani ed è proprio il numero 17 della Emma Villas a siglare un ace con il servizio float. Da applausi poi il pallonetto di Hernandez che elude il muro a due dei campioni d’Italia e tocca con leggerezza il taraflex del PalaEstra.

Il pubblico del PalaEstra si sta divertendo dinanzi ad uno spettacolo meraviglioso e a colpi fantastici dei campioni presenti in campo. La schiacciata di Hernandez intanto termina out, Perugia si prende il +3 (9-12). Gli ospiti allungano con l’ace di Atanasijevic, il terzo dell’incontro per lui (9-13). Ishikawa si fa apprezzare per una sontuosa difesa, Hernandez la capitalizza mettendo a segno un punto di pregevole fattura. Perugia vola sul +5, Siena reagisce di forza con altri punti di Hernandez e un buon turno in battuta di Maruotti però la Sir allunga nuovamente dal centro con Podrascanin. Leon di potenza porta Perugia a quota 19 in questo set (16-19). La Sir sbaglia assai poco e mantiene il vantaggio fino al 20-25 con cui si chiude pure il secondo parziale. In questo set è stata ottima la reazione dell’opposto cubano Fernando Hernandez, autore di 11 punti. Siena ha attaccato con il 62% nel secondo set.

Terzo set Scatto d’orgoglio per Siena, avanti 7-5 in avvio di terzo set. In campo per la Emma Villas adesso ci sono Savani e Maruotti in banda, Van de Voorde e Gladyr al centro. I locali allungano con Savani che mette a segno l’8-6 e con Hernandez che in diagonale fa toccare quota 9 ai biancoblu. Ricci è bravo a murare Van de Voorde ed è 9-8. Il centrale senese si riscatta immediatamente e chiude il punto del 10-8. La Sir ribalta tutto e con un parziale di 0-3 passa in vantaggio (10-11). Atanasijevic realizza il quarto suo ace in questo match, oltre che il suo punto numero 17. Dopo il time out l’opposto serbo si scatena con altri due servizi vincenti consecutivi (10-13). Entra in campo Spadavecchia, il cui servizio mette in difficoltà Perugia; l’azione si conclude con la murata di Maruotti su Leon (12-14). Atanasijevic va a segno in diagonale, Lanza mura in maniera ottimale: è 12-15 per la Sir. Ancora Atanasijevic, ed è bravo il neo entrato Hoag a siglare un bell’ace.  Arriva un ace anche di Lanza, i 700 tifosi ospiti presenti al PalaEstra si fanno sentire e cantano la loro gioia per una grande prestazione da parte della Sir Safety Conad. Hoag chiude il set 18-25 e l’incontro.