La Emma Villas vuole salutarsi dal suo pubblico con una bella prestazione interna contro Ravenna

24.03.2019 09:32 di Tutto Siena Calcio   Vedi letture
La Emma Villas vuole salutarsi dal suo pubblico con una bella prestazione interna contro Ravenna

Domenica la Emma Villas Siena saluterà il suo pubblico e questo campionato di Superlega. Il team biancoblu chiude questa esperienza nella massima serie pallavolistica nazionale con l’impegno casalingo (via al match al PalaEstra a partire dalle ore 18) contro la Consar Ravenna, squadra degli ex Di Tommaso e Raffaelli. All’andata (giocata il 23 dicembre) la squadra di coach Graziosi si impose al tiebreak, al Pala De Andrè venne giocato uno dei dieci quinti set persi da Siena in questa stagione.

L’obiettivo della salvezza non è stato raggiunto, ma la Emma Villas vuole salutarsi dal suo pubblico con una bella prestazione e magari con una vittoria che in casa senese manca da dicembre. Sono stati due i successi biancoblu in questa annata pallavolistica, entrambi nel girone di andata, mentre Ravenna ha già conquistato nove successi grazie ai quali la Consar ha fatto propria la nona posizione di classifica, centrando la salvezza già da alcune settimane.

“Purtroppo la gara a Monza ha decretato la nostra retrocessione – commenta il direttore sportivo della Emma Villas Siena, Fabio Mechini, nella trasmissione 'Sotto Rete' su RadioSienaTv –. Già a novembre e a dicembre abbiamo perso tanti punti importanti e siamo stati costretti a rincorrere fino alla fine, ogni gara sembrava sempre l’ultima spiaggia e devo dire che tuttavia noi ci abbiamo creduto fino a quando la matematica ci ha detto che le speranze si erano spente. Il rammarico è grande, abbiamo fatto un campionato dignitoso e abbiamo giocato alla pari con quasi tutte le avversarie ma non siamo stati capaci di imporre il nostro gioco”.

“Non credo – prosegue il diesse Mechini – nella sfortuna come motivo della nostra retrocessione, penso che se avessimo dato qualcosa in più sicuramente non staremmo a parlare della classifica che abbiamo. Tutto quello che è successo è dipeso esclusivamente da noi. Abbiamo buttato via tante occasioni, questo deve insegnare ad essere più cinici. Domenica al PalaEstra contro Ravenna dovremo giocare con il massimo orgoglio per salutare tutti coloro che hanno tifato per noi, che ci sono stati vicini e ci hanno seguito ovunque. Dovremo giocare quindi a testa alta, gli avversari sono una buona squadra che è partita molto forte all’inizio della stagione. Hanno un gruppo con stranieri validi e ragazzi italiani molto interessanti. Noi dobbiamo giocare con orgoglio e fare bene in questa ultima partita del campionato”.