Ardito: "Robur squadra da trasferta! Secondo posto? Bianconeri in corsa"

28.11.2019 17:36 di Tutto Siena Calcio   Vedi letture
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Ardito: "Robur squadra da trasferta! Secondo posto? Bianconeri in corsa"

Centrocampista del Siena nell'anno della storica promozione in Serie A e nelle due stagioni successive, Andrea Ardito ha parlato ai microfoni di TuttoC.com commentando il rendimento della Robur, tanto positivo lontano da casa quanto deficitario tra le mura amiche: "A questo punto del campionato se una squadra ottiene una vittoria in casa e sei in trasferta vuol dire che la squadra riesce ad esprimersi al meglio in trasferta dove trova squadre che, giocando in casa, devono provare a proporre qualcosa in più. Allo stesso tempo credo che abbia tutte le carte in regola per poter comunque invertire la rotta e riuscire nel girone di ritorno ad avere un rendimento anche al Franchi che gli permetta di arrivare alla fine il campionato in una posizione di classifica ancora più alta di quella che ha in questo momento".

Come si cambia rotta per far bene anche in casa?
"Innanzitutto non è un momento completamente negativo perché comunque la posizione di classifica è buona,la seconda posizione è lì ad un passo quindi l'importante è mantenere la calma, analizzare il momento. Ora è importante che si riesca a ricreare quel giusto equilibrio tra tutte le componenti che permetta di ottenere il massimo obiettivo che si può raggiungere perché,visto il campionato di quest'anno, è più che mai possibile."

Il suo ex compagno di squadra ai tempi del Siena, Michele Mignani, ha trovato una nuova panchina a Modena
"Sono sicuro che Michele possa fare molto bene.Ha dimostrato in questi anni le sue qualità tecniche ed anche morali. Quest'ultimo aspetto, prendendo una squadra in corsa, sono sicuro che gli permetterà di creare subito il giusto feeling col gruppo".

Novità sul suo futuro?
"Ci sono state alcune possibilità, ma dopo il campionato dello scorso anno voglio aspettare la situazione che mi possa permettere di lavorare bene.
Tra serie C e serie D sto guardando partite di tutti i gironi per tenermi aggiornato ed avere più conoscenze possibili. Sono sempre stato una persona molto equilibrata ed anche in questa situazione sto aspettando con pazienza senza farmi prendere dalla frenesia di dover allenare per forza,anche se dire di no non è mai facile perché la voglia è tanta.  Quando arriverà la chiamata giusta riuscirò a trasmettere ancora di più la carica che sto accumulando in questi mesi".