L'ex mister Carboni: "Nel Girone A vedo bene Livorno e Pisa"

 di Tutto Siena Calcio  articolo letto 251 volte
Fonte: TuttoLegaPro.com
© foto di Prospero Scolpini/TuttoSalernitana.com
L'ex mister Carboni: "Nel Girone A vedo bene Livorno e Pisa"

Quindici compagini allenate tra i Pro dal 1998 ad oggi, eppure attualmente è senza una panchina. Parliamo di uno dei tecnici più preparati ed esperti di terza serie, parliamo di Guido Carboni (in foto). Il tecnico aretino è stato raggiunto in esclusiva dalla redazione di TuttoLegaPro.com per fare un po' il punto su questo avvio di stagione in Serie C. Ecco le sue parole ai nostri microfoni. Mister Carboni partiamo dal girone della tua Toscana, il girone A. Cosa ne pensi? “Il Livorno sta facendo bene, ma attenzione al Pisa che si è ripreso dopo un inizio non esaltante. L’Alessandria fino ad ora ha deluso le aspettative, ma ha le qualità per risalire. Questo credo sia un girone veramente equilibrato”. Anche il girone B appare alquanto incerto e combattuto... “A me piace tanto il Pordenone. Aveva già dimostrato nelle scorse stagioni di avere un organico di un certo livello. Nonostante ciò, però, credo che il Padova sia la squadra maggiormente attrezzata. Non sono partiti benissimo, ma bisogna dire che in estate hanno cambiato molto. Con il tempo verranno fuori le loro qualità”. Chiudiamo con il girone C. Anche tu vedi come favorite Catania e Lecce? “Penso che sia il Lecce che il Catania siano le squadre favorite in questo girone. A queste ci aggiungo anche il Trapani in quanto ha una squadra importante e una società stabile. Immagino che anche a gennaio si daranno da fare in ottica calciomercato. Sono tre squadre che stanno un gradino in su rispetto alle altre. Dietro di loro metto il Matera, il Catanzaro che adesso è un po’ attardato, e le due sorprese Monopoli e Siracusa. Poi per la corsa ai play-off ci metto anche Juve Stabia, Casertana e la stessa Reggina”. Valori che si sono già delineati dopo queste prime otto giornate nei tre gironi, o è ancora presto? "Tra cinque, sei gare si potrà capire qualcosa in più. Poi rimango dell’idea che molto dipenderà dal mercato di gennaio. A volte le squadre a gennaio vengono potenziate, e a volte depotenziate. Basti pensare alla mia rosa a Siena, dove mi furono venduti ben undici giocatori!". Mister ultima domanda a livello strettamente personale. Hai avuto qualche contatto con realtà di terza serie? “Ho avuto solamente due richieste in due gironi diversi di Serie C. Sono sincero, ho preferito declinare queste due proposte perchè erano progetti che non mi stuzzicavano particolarmente. Non sono rimasto a Castellammare solo perchè erano cambiati i programmi. Aspetto una squadra che possa dire qualcosa di importante al campionato. Nel frattempo mi aggiorno guardando partite di Serie B e terza serie”.