Robur, mister Argilli: "Dobbiamo continuare nel nostro percorso di crescita"

 di Tutto Siena Calcio  articolo letto 27 volte
Robur, mister Argilli: "Dobbiamo continuare nel nostro percorso di crescita"

Queste le riflessioni dei protagonisti rilasciate al sito ufficiale bianconero a cominciare dal responsabile del settore giovanile Stefano Argilli: “Ribadisco con piacere l’obiettivo del nostro settore giovanile, confermato rispetto alla scorsa stagione: formare giocatori e proporli per la prima squadra, dei profili interessanti che possano destare l’attenzione dell’allenatore. Ne sono un esempio Miccoli e Crisci, ma anche il portiere classe 2000 Alessio Rossi, che a partire dal ritiro di Castel del Piano sono in pianta stabile a disposizione di mister Mignani, come era successo con Romagnoli nella scorsa stagione. Abbiamo programmato il lavoro con la giusta tempistica, organizzando provini e raduni in primavera e costruendo le rose nei mesi di giugno e luglio, con l’obiettivo di migliorare le squadre esistenti e di costruirne due nuove”. Le parole del responsabile tecnico Roberto Pierangioli: “Abbiamo fatto un passo in avanti importante con la squadra dei Giovanissimi B, fondamentale per la formazione dei ragazzi. A tal proposito ringrazio le società con le quali abbiamo creato una sinergia, l’obiettivo che ci eravamo prefissati lo scorso anno. L’aver tessuto dei buoni rapporti con le altre società ci ha spinto a mettere in pratica lo ‘Youth Project’, il progetto affiliazioni che ha l’obiettivo di fornire competenze e professionalità alle società interessate del territorio senese e non solo. La nostra è quindi un’apertura verso l’esterno, ma al tempo stesso partiamo da una base nostra importante, formata dal Siena Nord e dal Futsal Siena. Il collegamento con il Siena Nord sarà diretto, abbiamo scelto il responsabile tecnico che sarà Fabio Bonfiglio. Il Futsal Siena rappresenta la sperimentazione della propedeuticità che può avere il calcio a 5 con il calcio a 11, con l’organizzazione e la collaborazione della Divisione Calcio a 5. Il responsabile sarà Luca Montagnani”. Le impressioni di Ruggero Radice, responsabile dello ‘Youth Project’: “Innanzitutto ringrazio la società che mi ha chiamato per tornare in bianconero e per guidare questo progetto. La nascità dello ‘Youth Project’ significa che la società sta andando nella direzione giusta. Quando ho chiesto a Stefano e Roberto perchè ‘Youth Project’ mi hanno risposto perchè siamo all’anno uno, infatti partiamo dai rapporti sinceri e sani creati nella scorsa stagione che ci permettono di avere una base importante per il futuro. Fare parte di questo progetto e della Robur per me è una responsabilità ed un piacere al tempo stesso”.