Trani: "E' un nuovo ciclo, ci vuole un po' di tempo..."

09.09.2019 13:18 di Tutto Siena Calcio   Vedi letture
Trani: "E' un nuovo ciclo, ci vuole un po' di tempo..."

Federico Trani, al termine del match, predica calma dopo che parte del pubblico presente al Rastrello ha dimostrato un bel po' di malumore per la prova deludente della squadra bianconera: "Mi faccio portavoce di mia madre e della società, voglio essere chiaro sin da subito, la squadra è nuova, il mister è nuovo, e stiamo iniziando un percorso, con la finalità di portare la squadra al massimo delle sue potenzialità. Per far si è importante che tutte le componenti vadano nella stessa direzione. Accettiamo quindi la critica, se questa è però positiva, ed ha una finalità positiva. Siamo molto dispiaciuti della gara odierna, ma stiamo lavorando con impegno e dedizione per far qualcosa di positivo, è importante però far capire a chi ci segue e tiene al bene del Siena, che può aver senso criticare l’operato, ma non ha assolutamente senso muovere critiche a livello personale e familiare. I giocatori, lo staff, i dirigenti, non sono robot, ma sono persone che hanno dei sentimenti e delle famiglie alle spalle. La società accetta quindi critiche sul operato ma non accetta critiche che possono offendere la dignità delle persone, perché le critiche volte a livello personale sono sgradevoli. Se si vuole il bene del Siena, bisogna tutti quanti mettere in condizione i giocatori di compiere un percorso ed una crescita individuale e di collettivo che possa dare risalto a tutto il loro potenziale. Siamo qua a spendere tempo, denaro e fatica, per fare il bene del Siena, è quindi in tal ottica che accettiamo le critiche costruttive, ma non accettiamo le offese rivolte a livello personale, perché un atteggiamento del genero è soltanto lesivo nei confronti dei giocatori, e ciò purtroppo accade già prima del fischio finale. E’ anche giusto a fine partita dare sfogo alla propria frustrazione, fischiare e criticare l’operato della squadra e della società, ma siamo alla terza giornata di un campionato che è appena iniziato e questo atteggiamento è lesivo nei confronti e nell’interesse di tutti coloro che hanno a cuore la Robur".