Le altre del girone A, Pistoiese: Valiani chiuderà carriera con gli arancioni

05.10.2019 19:37 di Tutto Siena Calcio   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le altre del girone A, Pistoiese: Valiani chiuderà carriera con gli arancioni

Francesco Valiani centrocampista classe '80 è tornato nella squadra della propria città, la Pistoiese,  dove aveva militato per tre stagioni dal 2002 al 2005 dove di fatto era iniziata una brillante carriera che lo ha visto militare in serie B con la maglia del Rimini, poi Bologna dove ha disputato la prima stagione in serie A, per poi passare al Parma, poi il passaggio alla Robur Siena, Latina, Bari e Livorno. Il calciatore si è raccontato a 360° ai microfoni di Tuttoc.com parlando non soltanto degli aspetti agonistici:

Questa stagione ha deciso di tornare nella squadra della propria città, ci può spiegare i motivi di tale scelta?

" Sono riuscito a mettere in pratica quello che era un mio desiderio, ovvero terminare la mia carriera nella squadra della mia città, un desiderio di molti poi per vari motivi non si concretizza. Nel mio caso sono contento che tutte le caselle sono andate al loro posto, questa sarà l'ultima mia esperienza calcistica in carriera, non voglio però giocare soltanto una stagione, la mia intenzione è quella di giocare altri due o tre anni e voglio farlo al massimo delle mie possibilità".

Parliamo del cammino fin qui compiuto dalla squadra, la sensazione è che finora siano arrivati meno punti di quanti la squadra avrebbe meritato sul campo

"Molti di noi sono nuovi, alcuni giocatori sono arrivati poco prima dell'inizio del campionato, a questo bisogna aggiungere alcuni infortuni che ci hanno condizionato. Sappiamo bene, che gli episodi siano determinanti: a me non piace parlare di decisioni arbitrali, non è nel mio modo di interpretare il calcio, a mio avviso dobbiamo cercare di migliorare le nostre prestazioni, ci sono tutte le condizioni per poter far bene".

Proprio una settimana fa avete sfiorato l'impresa nel derby di Siena, cosa è mancato per portare a casa la vittoria?

"La gara si era messa su binari a noi favorevoli con il doppio vantaggio, nella ripresa c'è stata la reazione della Robur Siena, squadra di grande valore capace di metterci sotto, obbligando a rimanere nei nostri sedici metri. Secondo me è mancato quel pizzico di coraggio di personalità per continuare ad attaccare".

Dopo quindici anni è tornato alla Pistoiese, lei che è molto esperto quali differenze trova fra la serie C di adesso e quella di allora?

"Sono cambiate diverse cose, la più evidente è quella di un minor afflusso di pubblico alle partite, i motivi possono essere molteplici, probabilmente i club hanno minor introiti, in più la serie C viene interpretato come serbatoio per le altre categorie. Non sono assolutamente d'accordo con chi parla di livello tecnico modesto, non è assolutamente così, con l'abolizione delle liste adesso giocano i calciatori più meritevoli rispetto a quanto accadeva in passato".