NeoMedica-Robur Siena, prosegue la collaborazione all’insegna dell’avanguardia

12.07.2019 09:18 di Tutto Siena Calcio   Vedi letture
NeoMedica-Robur Siena, prosegue la collaborazione all’insegna dell’avanguardia

Prosegue la collaborazione tra la Robur Siena e NeoMedica, poliambulatorio con sede in Strada Statale 73 Levante, n° 14, nato a marzo 2017 con un’offerta di servizi sanitari nei campi di Diagnostica per immagini, Medicina dello sport, Medicina Riabilitativa/Fisioterapia, laboratorio d’analisi e Medicina Specialistica. Pressa la struttura sono iniziate le visite mediche ai calciatori che saranno protagonisti per la stagione 2019-2020. La partnership con NeoMedica pero’ andrà avanti per tutta la stagione, con valutazioni personali di tutti i giocatori che permetteranno un miglioramento delle performance degli atleti. Ieri è stata presentata la collaborazione con un’introduzione del dottor Andrea Giorgi, medico dello sport di NeoMedica, mentre il fisioterapista Alessio Gori ha spiegato le funzionalità delle attrezzature che permettono questo salto di qualità: “Come NeoMedica siamo orgogliosi di continuare questa partnership con la Robur, potendola migliorare ed implementare con i macchinari di ultima concezione sulla realtà virtuale, che ci permetteranno insieme ai preparatori atletici bianconeri e ai nostri professionisti di valutare i calciatori negli aspetti che riguardano il salto, la stabilità, la stabilometria, l’analisi del passo e della corsa. Questa innovazione ci permetterà di migliorare le performance in campo”. Il preparatore atletico della Robur Siena Marco Coralli: “Utilizzeremo questi macchinari per la valutazione funzionale, i giocatori saranno testati costantemente nell’arco della stagione con cadenza bimestrale, è una possibilità di crescita anche per tutto lo staff, cercheremo di avere i massimi vantaggi da questo facendo uno studio molto approfondito e cercando, con i parametri ed i valori che avremo a disposizione, di individualizzare il più possibile i lavori sia per la prevenzione che per la condizione. Possono utilizzare questo tipo di tecnologia alcune squadre di serie A, poche di serie B e difficilmente altre piazze della serie C. Quest’anno dobbiamo fare bene, dobbiamo fare il meglio possibile, curando ancora di più il dettaglio: iniziamo con una ripresa, sabato e domenica saranno giorni dedicati ai test metabolici, poi stenderemo un certo tipo di lavoro deciso e coordinato con il mister, cercando di lavorare sia dal punto di vista fisico che tecnico-tattico, cercando di non lasciare niente al caso, dobbiamo lavorare H24 cercando di non sbagliare niente. E’ il mio quarto anno in bianconero, ringrazio la presidente, il vice presidente e tutta la società per questa opportunità di lavorare per così tanto tempo in una squadra così importante, sicuramente sta a me dimostrare qualcosa in più”.