Serie B, Lega Pro, FIGC: tutti contro tutti. Il solito giorno di ordinaria follia

05.08.2018 13:00 di Tutto Siena Calcio  articolo letto 337 volte
Fonte: TUTTOmercatoWEB.com
Serie B, Lega Pro, FIGC: tutti contro tutti. Il solito giorno di ordinaria follia

Fermate il campionato". "Bloccate i ripescaggi". "Ok, rinviamo la presentazione del calendario". Un giorno di ordinaria follia, in Serie B e non solo. Due giorni fa la Lega Pro aveva annunciato il rinvio della presentazione dei calendari e di conseguenza quello dell'intero campionato: si partirà, se tutto va bene, nella prima settimana di settembre. O forse non si partirà proprio. Oggi lo slittamento è toccato alla Lega B. E il diavolo, si dice, sta nei dettagli. Come le frecciate. Non proprio -ine. La decisione di rinviare la presentazione del calendario, infatti, nasconde un messaggio: cara FIGC, annulliamo tutto perché non ci avete detto qual è la ventesima squadra. Sottinteso: sono venti perché i ripescaggi vanno bloccati. Pronta la replica FIGC: l'organico è a 22, su questo non si discute. Nel mezzo, il ricorso dell'Avellino: la decisione del TAR è attesa per metà agosto, prima di quella data è rischioso prendere decisioni concrete. Ci fermiamo tutti per 10 giorni? Benissimo, gli agenti chiedono di annullare la chiusura anticipata del mercato. In alto, il Crotone chiede il blocco delle prime due giornate del Chievo. La FIGC non lo consentirà, anche perché, a prescindere dalla colpevolezza o meno dei clivensi, i pasticci della Procura faranno finire tutto con un gran buco nell'acqua. In basso, la Serie C aspetta sulla riva del fiume e i club decideranno lunedì se non è il caso di fermare la baracca. Mentre il Bari spera, con una deroga alle regole, di ripartire subito dai professionisti e incassa il no secco di Gravina. Benvenuti a un nuovo giorno di ordinaria follia. To be continued.