Siena-Arezzo, Robur sei pronta per il Derby? Grande atmosfera al Franchi

13.10.2019 15:07 di Tutto Siena Calcio   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
Siena-Arezzo, Robur sei pronta per il Derby? Grande atmosfera al Franchi

Rivalità è sinonimo di concorrenza, competizione, antagonismo, lotta e opposizione: ma il derby tra Siena e Arezzo è di più, molto di più. Due città agli antipodi, due tifoserie separate da un vecchio odio. Molto spesso, purtroppo, la rivalità non si è fermata a semplici sfottò. Il Siena si presenta al derby con la giusta carica agonistica, dopo aver sfatato il tabù Franchi vincendo in Coppa Italia col Pontedera. Adesso serve però trovare il primo successo casalingo in campionato. Ne è consapevole Mister Alessandro Dal Canto che è pronto a sfidare il suo passato, ricordando la semifinale play off raggiunta nella passata stagione con lui in panchina e scacciando via le polemiche che l’hanno visto protagonista dopo il passaggio alla corte bianconera: “Non sono un tipo molto emotivo - spiega come riportato dai colleghi di tuttoc.com- sono riconoscente per i posti dove sono stato trattato bene ed Arezzo è uno di questi, è stato un dare ed avere di alta qualità. Poi il lavoro porta ad altre scelte, è ovvio che il tifoso non ragioni come me, non concepisce un passaggio del genere ma il mio è esclusivamente lavoro. Ognuno pensa di avere una verità ma la verità l’ho detta io, sono stato corretto nell’iter, il resto sono solo fregnacce”. Lo stesso allenatore veneto sa di affrontare una squadra costruita per obiettivi ambiziosi, nonostante il rendimento degli amaranto citi tre sconfitte nelle ultime cinque apparizioni, e un sedicesimo posto in graduatoria nettamente al di sotto delle aspettative aretine: “Loro sono una squadra che conosco benissimo. Si schierano in modo diverso dallo scorso anno, ma non mi sembra che sia una formazione che abbia cannato delle prestazioni, non vedo tutta questa catastrofe nell’aver perso con il Monza. So di incontrare una squadra costruita per fare un buon campionato, non credo che vengano qua disarmati” ha aggiunto Dal Canto, che in settimana ha deciso di coprire le carte, svolgendo le sedute tecnico tattiche a porte chiuse. In casa amaranto c'è invece voglia di riscatto dopo la debacle interna col Monza che ha portato i tifosi a contestare la squadra. Inutile dire come la partita odierna rappresenti un crocevia fondamentale per il futuro del tecnico Di Donato, che senza mezzi termini ha fatto capire quali saranno gli ingredienti che dovrà mettere in campo la propria squadra: "Chi arriverà prima sulle seconde palle vincerà la partita. Dobbiamo entrare in campo con intensità e pensare a fare male a loro, che comunque, nonostante le difficoltà casalinghe, sono una squadra forte con giocatori importanti. Dobbiamo arrivare al tiro velocemente e con rapidità. Si tratta di un derby - aggiunge - e voglio vedere il sangue negli occhi dei giocatori, la fame necessaria per portare a casa la partita".