Siena: via Mignani, Vergassola e Dolci! Ed ora che direzione prendere?

29.05.2019 13:00 di Tutto Siena Calcio   Vedi letture
Siena: via Mignani, Vergassola e Dolci! Ed ora che direzione prendere?

Sta iniziando a muoversi su un doppio binario la nuova stagione della Robur Siena. Un doppio binario fatto di continuità e rinnovamento. Di rinnovamento nella continuità e di continuità nel rinnovamento. La continuità , scrive Luca Bargellini nella sua analisi su tuttoc.com, è quella che la Robur ha scelto di perseguire sul fronte dirigenziale affidando a Davide Vaira, da tempo dt del club, l’eredità lasciata da Giovanni Dolci per quanto riguarda il comparto sportivo. I due hanno collaborato a stretto contatto durante l’era Durio in bianconero. Un rapporto diretto, continuo e costante che ha portato il club toscano a giocarsi la finale playoff lo scorso anno e ad essere protagonista nel campionato appena concluso. Varia, dunque, era la scelta perfetta per dare un nuovo taglio alla gestione del club, pur continuando a perseguire le linee guida degli ultimi anni. Rinnovamento nella continuità. Il rinnovamento, vero, è arrivato e arriverà sulla panchina. Il rapporto con Michele Mignani e il suo vice Dario Vergassola, due bandiere del Siena di inizio millennio, si è interrotto dopo due anni fatti da tante soddisfazioni e cocenti delusioni. La finale col Cosenza di dodici mesi fa è chiaro ed evidente. Così le parti si sono dette addio, con apparente serenità, e con la comune voglia di cercare nuove sfide. Per la Robur, la prima sarà quella di trovare un erede a Mignani, magari con un profilo simile a quello del tecnico appena salutato. Giovane, ambizioso e pronto a dare tutto per fare il salto di qualità. Non è un caso, dunque, che i nomi emersi nei giorni scorsi per quanto riguarda la società bianconera siano quelli di due allenatori emergenti come Alessio Dionisi dell’Imolese e Paolo Zanetti del SudTirol. Entrambi sono corteggiati dalla Robur e non solo, in Serie C come in B, ma per i toscani rappresenterebbero il perfetto proseguimento del progetto societario. Dando continuità anche nel rinnovamento. Due binari paralleli verso il prossimo campionato per la Robur. Uno già chiaro, l’altro da definire. Per coltivare le medesime ambizioni degli ultimi anni.