Perinetti: "Siena? Spiace moltissimo! Ripartire dalla D non è mai facile!"

06.08.2020 17:31 di Tutto Siena Calcio   Vedi letture
Perinetti: "Siena? Spiace moltissimo! Ripartire dalla D non è mai facile!"

Giorgio Perinetti, ex dirigente del Siena, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com per commentare la mancata iscrizione della Robur al prossimo torneo di Serie C:

Si tocca con mano una delle pagine più tristi della storia del Siena, se lo aspettava?
"No, certo le notizie che vengono da Siena e anche rispetto alla mia esperienza con le persone che ho presentato, qualche dubbio sinceramente lo ponevano. Speravo però che la situazione si potesse ricomporre. Le manifestazioni di interesse di cui ci hanno parlato da parte di altre cordate evidentemente non erano così concrete".

Tra l'altro appunto lei ha presentato una cordata la quale però non è riuscita a imbastire una trattativa.
"Si sono persi dieci giorni prima di essere ricevuti, un tempo importante che poteva servire a questi signori di Roma a fare delle verifiche più approfondite e presentare una manifestazione di interesse. Il tempo però era troppo poco e non se la sono sentita". 

Cosa dire ai senesi che vivono un altro fallimento?
"C'è davvero poco da dire. Siena è comunque fatta di gente forte, deve smaltire questa ennesima delusione. Dovrà appoggiare quelle persone con le quali si potrà ripartire".

Adesso si dovrà ripartire dalla D. 
"Non è mai facile, ma con Venezia e Parma di Perinetti e Faggiano, ex senesi, abbiamo dimostrato che in poco tempo si può riuscire a risalire. Ci vuole un po' di fiducia". 

Ha scritto pagine importanti del Siena, che ricordi ha?
"Ti dà un senso di appartenenza, un'identità così marcata, ti fanno sentire tutt'uno con la città. Non lavori solo per la società di calcio ma vieni coinvolto dall'intera città". 

Come spiega una situazione del genere?
"Non posso entrare nel merito. Indubbiamente la Durio e chi gestiva la squadra non è stato ben indirizzato. Forse si è puntato alla B ma bisognava forse attendere un momento più opportuno per fare il salto". 

Cosa dire ai tifosi?
"Come detto i fatti dimostrano che si può ripartire dal basso e tornare a lottare per obiettivi prestigiosi. Mi auguro che chi prenda ora il Siena possa risalire la corrente con una gestione attenta, con persone che vogliono fare qualcosa di concreto per il Siena".